Yilport Holding: lavoriamo per rendere Taranto il grande terminal che può e deve essere nonostante il coronavirus

porto di taranto ruppo turco Yilport

Il 30 Luglio scorso, è stata firmata la concessione che avrà una durata di 49 anni, tra Yilport e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio (AdsPMJ), che gestisce il Porto di Taranto. Nonostante l’attuale pandemia dovuta al COVID-19 ed il suo impatto sul commercio mondiale, non cambiano i piani del concessionario.

Ad affermarlo è la stessa Yilport Holding, che conferma i suoi progetti per il terminal contenitori del Porto di Taranto. L’Azienda sottolinea che, diversamente da quanto riportato da voci infondate, le attività per il rilancio del San Cataldo Container Terminal procedono alacremente e negli anni a venire il Terminal sarà noto come uno dei maggiori porti del portfolio della Yilport Holding.

Yilport Holding è entusiasta dell’investimento fatto nel San Cataldo Container Terminal, afferma Raffaella Del Prete, General Manager del San Cataldo Container Terminal. “Le voci infondate che dicono il contrario non hanno alcun impatto su questo progetto, siamo felici di investire a Taranto e Yilport è impegnata nello sviluppo del traffico commerciale e logistico del nostro Terminal.” Continua a leggere l’articolo su Oltreilfatto.it
Condividi su:
Lascia un commento