Un medico in corsia. Intervista all’infettivologo Angelo Raffaele Chimienti, medico all’ospedale Covid Moscati di Taranto

infermieri Taranto

Medici, infermieri e Oss sono i veri eroi della battaglia contro il nemico invisibile che sta stravolgendo il mondo.
Il personale sanitario dell’ospedale Covid Moscati di Taranto si è mostrato all’altezza dell’impegno nella lotta contro il coronavirus, tra turni massacranti, ferie cancellate e scelte difficili.

Tutti i giorni indossano la mascherina, il camice bianco protettivo e gli occhiali, i Dpi ovvero i dispositivi di protezione individuali, tutto ciò che possa proteggerli dal contagio, ma che allo stesso tempo da quella forza necessaria per affrontare quello che nessuno avrebbe mai immaginato di dover fronteggiare.

Il dr. Angelo Raffaele Chimienti del reparto malattie infettive dell’ospedale Covid Moscati di Taranto ci porta la sua testimonianza “Tutte la mattine si va al lavoro con la speranza che non ci siano altri ricoveri di contagiati, e con l’impegno di curare adeguatamente quelli ricoverati. Posso affermare che al lavoro di routine si aggiunge questa responsabilità di sostenere e curare i pazienti infetti da covid-19. Spesso in caso di emergenza effettuano turni supplementari in appoggio ad altri colleghi per garantire il massimo delle prestazioni.” Continua a leggere l’articolo su Oltreilfatto.it

Condividi su:
Lascia un commento