Puglia, al via la somministrazione a domicilio del vaccino anti-Covid

Possono richiederla le persone dagli 80 anni in su e quelle che vivono o prestano servizio in comunità socio-sanitarie, civili e religiose

A partire da oggi, in Puglia, è possibile richiedere la somministrazione a domicilio del vaccino anti-Covid, da parte delle persone che non possono deambulare in modo autonomo.

Coloro che sono in Assistenza domiciliare integrata e programmata (ADI e ADP) vengono contattati dal medico di medicina generale, le persone con disabilità in strutture residenziali e semiresidenziali o che accedono a centri specializzati attendono la chiamata in base a liste predisposte dai centri di cura.

È quanto si apprende dalla sezione “Speciale Coronavirus” del portale della Regione Puglia, che raccoglie in un unico spazio informazione, servizi e guida alle misure di sostegno economiche per persone e imprese.

Chi ha già fatto richiesta di vaccinazione domiciliare tramite farmacia e CUP, verrà ricontattato dal medico di medicina generale o da un altro operatore sanitario per l’appuntamento. Per ulteriori informazioni, contattare il proprio medico di medicina generale.

La prenotazione della prima dose può avvenire in tre modi: in farmacia, tramite Puglia Salute o tramite il CUP

Continua a leggere l’articolo per approfondire la notizia su Oltreilfatto.it

Fabio Ligonzo

Foto di Free-Photos da Pixabay
Foto di Artem Podrez da Pexels

Condividi su:
Lascia un commento