Gli sportellisti che sorridono…nonostante tutto

sportellista poste italiane a lavoro covid-19

In questi mesi di pandemia causata dalla malattia da Covid-19, i dipendenti del settore postale e bancario, così come i farmacisti e gli operatori dei supermercati hanno continuato senza sosta, a svolgere le proprie attività e funzioni, nonostante la paura di essere contagiati.

In molti casi sono state indossate visiere protettive oppure sono state installate barriere in plexiglass per tutelare gli operatori di front-office, provando nello stesso tempo a far rispettate le indicazioni governative in merito alla distanza di sicurezza tra clienti e operatori di sportello.

L’Italia non si è fermata nei due mesi di lockdown, un plauso va sicuramente agli operatori sanitari a vario titolo impegnati negli ospedali per quello che hanno fatto ma anche a tutte quelle persone che recandosi a lavoro, hanno offerto un servizio indispensabile alla cittadinanza. Continua a leggere l’articolo su Oltreilfatto.it

Condividi su:
Lascia un commento